Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
mercoledì 21 febbraio 2018 ..:: Home » History ::.. Registrazione  Login
 History Riduci

  

 

Società Velica Viareggina

 

 

 

Storia della Società Velica Viareggina

 

Il nostro sodalizio è stato costituito nel 1951, è quindi il più antico sodalizio sportivo viareggino che si occupa della promozione dello sport velico.

 

Coloro che promossero la costituizione del circolo erano appassionati velisti che all’epoca regatavano prevalentemente con imbarcazioni della classe U e 5.50, che sono  derive   diffuse  in quegli anni  in Italia e particolarmente in Versilia.

 

I  soci fondatori furono Maurizio e Bertani Benetti, Carlo Giannotti ,Federigo Landucci, Pietro Tobino ed altri.

 

Il 5.50 aveva la caratteristica di poter essere messo in mare da uno scivolo o dalla spiaggia, ma la Società Velica Viareggina che nel frattempo aveva ottenuto una banchina in concessione  con una gru a lato dell’attuale caserma della Capitaneria di Porto, non disponendo di scivolo, decise di scegliere  un’altra imbarcazione più adatta a questa  logistica.

 

La scelta non poteva che cadere sulla Star che già all’epoca era la regina delle classi olimpiche e nella quale gli italiani,  grazie alle prodezze di Straulino e Rode, mietevano successi in ogni parte del mondo.

 

Le prime Star arrivarono a Viareggio, alcune direttamente dall’America, altre dalle diverse zone dell’ Italia, altre infine furono costruite dal cantiere viareggino “ Bergamini”. Col passare del tempo e con l’impegno  di Maurizio Benetti la flotta si ingrandì sempre di più ed a Viareggio cominciarono ad organizzare manifestazioni di  grande risonanza internazionale che portarono nella nostra città fortissimi  campioni.

 

Ma  le fortune economiche della famiglia Benetti subirono le conseguenze della grave crisi della cantieristica della fine degli anni 70 e  notevoli risorse  dedicate alla Società Velica Viareggina si ridussero. Si ridusse conseguentemente anche l’attività della Società Velica Viareggina che passata ad una concessione di banchina dal lato della via Coppino si era anche allontanata dal suo ambiente naturale costituito dal lato nord della Darsena Europa.

 

Nel 1987 una nuova concessione, ottenuta dall’allora Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Lorenzo (Renzo) Lazzari, situata sulla banchina, che divide la Darsena Europa dal Porticciolo della Madonnina, dette nuovo impulso alla Società Velica Viareggina la quale sotto la guida di Pietro Tobino , Mario Fantechi ed ora di Paolo Insom   sempre con la  preziosa collaborazione di Muzio Scacciati,  e dei soci Ennio Buonomo, Alessandro Lanfranchi,  Roberto Righi, e più recentemente Gianluca Dati , Franco Dazzi, Massimiliano Antongiovanni ,Stefano Bettarini,i F.lli Mugnaini,  Silvio Dell'Innocenti e la stella d'oro Enrico Chieffi  riprende nuovo vigore.

 

Oggi la Società Velica conta oltre 60 soci ed ospita una delle più importanti flotte Star di tutto il mondo. A Viareggio hanno la loro base 26 Star, che partecipano attivamente all’intenso calendario di regate organizzato dalla Società dall’ inizio del mese di Febbraio fino a metà  Dicembre.

 

 

 

Storia della Star

 

L’imbarcazione denominata Star fu progettata nel 1911 a seguito di una specifica emessa dallo Yachting Club di New York che voleva identificare una imbarcazione da regata per un equipaggio di due persone che fosse anche realizzabile a costi contenuti, robusta e ben invelata.

 

Le prime Star erano effettivamente un pò diverse da quelle di oggi. Tuttavia le Star che furono realizzate a seguito delle modifiche apportate nel 1923, sono praticamente identiche a quelle di oggi  ad eccezione   naturalmente dal fatto che a quel tempo le imbarcazioni erano di legno, mentre oggi sono in vetroresina; gli alberi erano, anch’essi, di legno mentre oggi sono in alluminio, e le vele che erano di cotone, mentre oggi sono in dracon.  Altre differenze poi  riguardano la forma del pozzetto, l’attrezzatura di coperta,  il bulbo e la pala del timone.

 

Si può comunque affermare che  dal 1923,  questa splendida imbarcazione solca tutti i campi di regata del mondo dall’ Oceano Pacifico di San Diego, all’Atlantico di Long Island, ai Grandi Laghi degli Stati Uniti e del Canada, ai Laghi Svizzeri, Italiani, Austriaci e Tedeschi ed infine, al Mare di Viareggio.

 

La star deve sostanzialmente  la sua fortuna a tre fattori:

 

1.    Il  progetto che consente all’imbarcazione di essere relativamente a buon mercato, di operare con un equipaggio ridotto e soprattutto di mantenere la sua competitività per un periodo molto lungo. Una Star resta competitiva per oltre 10 anni.

 

2.    Lo” status olimpico” dal 1933 questa imbarcazione è  Classe Olimpica e per tutte le olimpiadi che si sono disputate (ad eccezione di  quella del 1975) questa imbarcazione è stata presente ed ha rappresentato  il punto di riferimento dell’eccellenza velica mondiale.

 

3.    Le prestazioni di questa imbarcazione, pur essendo in grado di navigare in sicurezza anche in condizioni difficili, è un vero “cavallo da corsa”. Ogni sua parte è regolabile e quindi personalizzabile ed ottimizzabile allo scopo di consentire all’equipaggio  di esprimere tutta la sua capacità, adattando l’attrezzatura dell’imbarcazione alle  mutevoli condizioni del vento, del mare e della tattica di regata.

 

Nessuna altra imbarcazione possiede questa flessibilità e duttilità  e pertanto mette alla prova, in modo  completo e con grande tanta soddisfazione,   il velista più esperto.

 

 Per questo  i più grandi velisti di tutti i tempi si sono tutti cimentati sulla Star. Impossibile ricordarli tutti  bastano alcuni nomi. I nostri Straulino e Rode, North, Elvestrom, Conner, Cayard , Grail. ecc.

 

 

Storia del Trofeo Emilio Benetti

 

Agli inizi degli anni 60 la Società Velica Viareggina sotto la guida di Maurizio Benetti continua il suo sviluppo, sempre legato alla Classe Star. La famiglia Benetti chiese ed ottenne l’assegnazione di un Trofeo Internazionale alla memoria del padre di Maurizio Benetti, Emilio

 

Emilio Benetti capostipite della dinastia, aveva cominciato a costruire i bastimenti a vela rinomati in tutto il mondo sin dalla fine dell’ottocento. Si era cimentato  nella costruzione di bastimenti di ferro ed aveva gestito il cantiere con notevole successo: Con la diversificazione nelle costruzioni da diporto le quali presto raggiunse una notorietà ed un prestigio eccezionale.

 

l’ISCYRA attribuì al Trofeo Emilio Benetti la qualifica di  evento “Historical”inserendo la regata a livello internazionale.

 

Sono  ben 50 anni che la Società Velica Viareggina organizza questo evento che richiama a Viareggio equipaggi Italiani ed Esteri e tra questi   i più grandi campioni del momento .

 

 

 

 


 Stampa   
Copyright Società Velica Viareggina 2005 - Credits Silvio Dell'Innocenti 2005   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation